Scoprite come creare una molla utilizzando una funzione di sweep definita nel contesto di un assieme, per poi animarla aggiungendo un motore lineare in MotionManager. Creazione di un'animazione. Modellazione di una molla tramite una sweep in contesto. Aggiunta di un motore lineare per l'estensione e la compressione della molla. Impatto degli errori di ricostruzione sulle animazioni.
Lesson
1 mese fa
Viene illustrato come analizzare una parte di un assieme più grande per risparmiare tempo e ottenere risultati più precisi tramite la creazione di sottomodelli. Creazione di uno studio su un sottomodello a partire da uno studio padre. Come trasferire automaticamente i carichi nello studio di un sottomodello. Come risparmiare tempo e risorse computazionali senza rinunciare a ottenere risultati precisi. Salvataggio dei risultati con eDrawings.
Lesson
9 mesi fa
Questo modulo illustra l'interfaccia utente di Simulation e descrive il processo di configurazione di una parte semplice. Viene quindi eseguita la simulazione e vengono analizzati i risultati. Interfaccia utente di Simulation. Applicazione di vincoli, materiali e carichi. Esecuzione della simulazione e analisi del modello per identificare sollecitazioni e spostamenti.
Lesson
9 mesi fa
Viene spiegato come individuare e diagnosticare i problemi nella geometria importata da altro software CAD, quindi vengono utilizzati gli strumenti di superficie per riparare la geometria danneggiata. Diagnosi dei problemi in un modello con Verifica alla ricostruzione, Diagnostica di importazione e Controlla entità. Correzione di facce difettose con lo strumento Diagnostica di importazione. Eliminazione di facce difettose e utilizzo di vari strumenti di superficie per ricreare la geometria. Visualizzazione della curvatura e verifica del raggio di curvatura minimo. Eliminazione e sostituzione di raccordi per creare blend più uniformi. Estensione, rifilo e unione di superfici.
Lesson
9 mesi fa
Quando i bordi di una parte sono troppo vicini per consentire la creazione di raccordi appropriati, in molti casi è possibile utilizzare corpi solidi separati. Separazione di funzioni in corpi solidi separati. Applicazione di raccordi ai singoli corpi. Uso del comando Abbina per riunire i corpi. Applicazione di un raccordo aggiuntivo alla parte per completare il modello.
Lesson
9 mesi fa
Uso delle opzioni Dinamica fisica durante lo spostamento dei componenti per consentire un'interazione realistica fra i componenti di un assieme. La funzione Dinamica fisica consente di identificare le collisioni tra le facce e permette ai componenti di spingersi a vicenda quando entrano in contatto. Opzioni disponibili per il comando Sposta componente. Uso dell'opzione Dinamica fisica per simulare l'interazione fra più componenti in fase di spostamento. Limitazioni di Dinamica fisica rispetto allo studio del movimento. Come risolvere i problemi durante l'utilizzo dell'opzione Dinamica fisica.
Lesson
9 mesi fa
Lo strumento di rilevamento delle interferenze consente di identificare le eventuali parti sovrapposte in un assieme. La distanza tra le parti può essere rilevata anche utilizzando lo strumento Verifica distanza. Uso dello strumento Rilevamento interferenze per identificare le interferenze tra i componenti di un assieme. Analisi delle opzioni disponibili nello strumento Rilevamento interferenze. Uso dello strumento Verifica distanza per determinare le distanze fra i componenti di un assieme. Analisi delle opzioni disponibili per lo strumento Verifica distanza.
Lesson
9 mesi fa
L'interfaccia utente di SOLIDWORKS può essere modificata in base alle proprie esigenze, visualizzando gli strumenti maggiormente utilizzati. È possibile riorganizzare la visualizzazione di barre degli strumenti e CommandManager, oltre ad aggiungere tasti di scelta rapida e gesti del mouse personalizzati. Attivazione e disattivazione di schede in CommandManager. Come ancorare e disancorare barre degli strumenti e pannelli. Aggiunta di comandi alle barre degli strumenti. Aggiunta di tasti di scelta rapida. Personalizzazione dei gesti del mouse.
Lesson
9 mesi fa
Le opzioni per la selezione dei contorni consentono di selezionare singoli contorni all'interno di uno schizzo. Utilizzando le tecniche di selezione dei contorni, è possibile creare più funzioni a partire da un singolo schizzo. Uso dello strumento di selezione dei contorni per preselezionare i contorni di una funzione. Uso delle opzioni di selezione dei contorni di una funzione per definire le aree di uno schizzo da utilizzare. Uso di un singolo schizzo per generare più funzioni. Significato delle icone visualizzate durante l'utilizzo di contorni selezionati e la condivisione di schizzi.
Lesson
9 mesi fa
Le variabili globali consentono di dichiarare un valore denominato su cui è possibile impostare le quote o che può essere utilizzato nelle equazioni. Le equazioni sono espressioni matematiche che consentono di definire valori di quotatura e correlare le quote tra loro. Creazione di variabili globali. Uso di variabili globali per l'impostazione di funzioni di raccordo e raggi uguali. Uso di variabili globali nelle equazioni. Uso di equazioni per controllare i valori di quotatura.
Lesson
9 mesi fa
La modalità di accoppiamento multipla del comando di accoppiamento può essere utilizzata come collegamento per creare più relazioni di accoppiamento a un riferimento comune. Creazione di più accoppiamenti a un riferimento comune utilizzando la modalità di accoppiamento multipla. Attivazione e disattivazione dell'allineamento degli accoppiamenti. Analisi delle varie tecniche di modifica delle funzioni di accoppiamento.
Lesson
1 anno fa
Vengono illustrate alcune tecniche di modellazione che consentono una transizione efficiente fra i design delle parti e la realizzazione di colate finite. Creazione della scatola del cambio di una motocicletta tramite il design della strumentazione di produzione per la parte. Design iniziale del nucleo, o spazio negativo, della scatola del cambio. Design della ripetizione, o facce esterne, della scatola del cambio come corpo solido separato. Salvataggio dei corpi della strumentazione come nuovi file di parte. Combinazione dei corpi solidi, sottrazione del nucleo dalla ripetizione. Applicazione di funzioni di lavorazione per la rifinitura del modello.
Lesson
1 anno fa
Consente di selezionare funzioni o elementi di un tipo specifico ed eseguire un'azione su di essi tramite una singola operazione, come una modifica dell'aspetto, una modifica degli stati di sospensione e molto altro ancora. Selezione in blocco in base al tipo di funzione. Opzioni e criteri di ricerca disponibili per lo strumento Selezione avanzata del componente.
Lesson
1 anno fa
Consente di individuare bordi netti, facce a scheggia, geometria discontinua e molto altro ancora, permettendo di risolvere tali problemi prima di finalizzare il design. Ricerca di geometria non significativa, facce a scheggia, bordi netti e geometria discontinua in un modello. Specificare i criteri di ricerca.
Lesson
1 anno fa
È possibile specificare, identificare e individuare funzioni in base ai criteri di selezione impostati, per consentire di modificare tutte le funzioni, semplificare il modello sospendendo le funzioni e creare una configurazione semplificata. Identificazione e individuazione di funzioni in base ai criteri specificati. Modifica delle funzioni selezionate con una singola operazione. Creazione di una configurazione semplificata.
Lesson
1 anno fa
Come creare una nota con testo collegato alle quote e alle proprietà personalizzate esistenti. Collegamento di una nota a una quota. Modifica del cartiglio di un disegno per aggiungere note collegate alle proprietà di un modello. Aggiunta di informazioni sulle proprietà di un disegno per il popolamento di un cartiglio.
Lesson
1 anno fa
Come utilizzare i comandi della vista di disegno specifici per l'utilizzo di modelli di assieme che includono viste in sezione scomposta, viste di posizione alternativa e viste esplose. Uso delle proprietà delle viste di disegno per rappresentare le configurazioni degli assiemi. Creazione di una vista in sezione scomposta per mostrare i componenti interni di un assieme. Creazione di una vista di posizione alternativa utilizzando una configurazione nuova o esistente. Creazione di una vista di disegno di un assieme esploso.
Lesson
1 anno fa
Selezione di componenti in base alla relativa posizione rispetto agli inviluppi degli assiemi e occultamento, soppressione o eliminazione di componenti selezionati. Utilizzo di inviluppi di assiemi come componenti di riferimento che vengono ignorati dalle distinte materiali e nei calcoli delle proprietà di massa. Conversione di componenti in inviluppi di assiemi. Selezione di componenti in base alla relativa posizione rispetto a un inviluppo di assieme. Come mostrare o nascondere i componenti selezionati tramite un inviluppo di assieme.
Lesson
1 anno fa
Una configurazione SpeedPak migliora le prestazioni degli assiemi di grandi dimensioni semplificando l'assemblaggio senza perdere i riferimenti ai file. Creare configurazioni SpeedPak. È possibile utilizzare le configurazioni SpeedPak negli assiemi di livello superiore. Vantaggi e limitazioni dell'utilizzo di una configurazione SpeedPak.
Lesson
1 anno fa
È possibile creare componenti intelligenti selezionando componenti e funzioni durante la definizione di un assieme, quindi inserire componenti intelligenti in un assieme per aggiungere i componenti e creare le funzioni. Creazione di componenti intelligenti durante la definizione di un assieme. Inserimento di componenti intelligenti in un assieme per creare componenti e funzioni. Selezione delle facce di riferimento per le funzioni di un componente intelligente.
Lesson
1 anno fa
È possibile definire sensori per monitorare proprietà specifiche di un modello e avvisare l'utente quando un valore non rientra nell'intervallo specificato. Aggiunta di un sensore per monitorare i valori delle proprietà. Impostazione di un avviso per informare l'utente che il valore di una proprietà non rientra nei limiti accettabili.
Lesson
1 anno fa
Il comando Copia con accoppiamenti permette di copiare componenti esistenti insieme ai relativi accoppiamenti. È possibile selezionare nuovi riferimenti per i nuovi accoppiamenti, al fine di modificare il posizionamento. Il comando Copia con accoppiamenti può essere utilizzato per creare nuove istanze di componenti, insieme ai relativi accoppiamenti. Identificazione dei riferimenti ripetuti per gli accoppiamenti copiati. Identificazione delle situazioni che richiedono nuovi riferimenti di accoppiamento per gli accoppiamenti copiati.
Lesson
1 anno fa
Gli accoppiamenti intelligenti consentono di automatizzare l'accoppiamento durante l'aggiunta di un componente a un assieme, oltre che di accoppiare i componenti esistenti. È possibile creare relazioni di accoppiamento diverse a seconda della geometria specificata per l'accoppiamento intelligente. Automazione degli accoppiamenti durante l'aggiunta di un componente a un assieme. Uso di accoppiamenti intelligenti per l'accoppiamento di componenti esistenti. Uso di accoppiamenti intelligenti con bordi circolari per generare più accoppiamenti contemporaneamente.
Lesson
1 anno fa
Per controllare la visibilità e lo stile di visualizzazione dei componenti, è possibile creare stati di visualizzazione che possono essere collegati alle configurazioni di un assieme. Gli stati di visualizzazione consentono di mostrare e nascondere i componenti e permettono di controllarne la modalità di visualizzazione, l'aspetto e la trasparenza. Aggiunta di stati di visualizzazione a un assieme. Modifica delle proprietà visive dei componenti con stati di visualizzazione. Analisi delle tecniche di selezione dei componenti. Utilizzo del riquadro di visualizzazione. Apertura di un assieme con una configurazione e uno stato di visualizzazione specifici. Collegamento degli stati di visualizzazione alle configurazioni.
Lesson
1 anno fa