Il comando Abbina si avvale di più corpi solidi separati all'interno di una parte. Questo strumento permette di aggiungere o sottrarre volumi di corpi solidi, oppure di generare un solido a partire da un volume comune tra due corpi. Il comando Abbina si avvale di più corpi solidi separati all'interno di una parte. Questo strumento permette di aggiungere o sottrarre volumi di corpi solidi, oppure di generare un solido a partire da un volume comune tra due corpi. Uso dell'opzione di sottrazione dello strumento Abbina per sottrarre un corpo solido da un altro. Uso dell'opzione Comune con lo strumento Abbina per ottenere un solido dall'intersezione tra corpi solidi.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Vengono creati alcuni schizzi 2D o 3D in cui le facce di un modello intersecano il piano di schizzo o si intersecano tra loro. È possibile utilizzare gli schizzi per determinare gli angoli di sformo e valutare la curvatura, per utilizzarla come percorso della sweep e molto altro ancora. Creazione di entità di schizzo 2D in cui le facce selezionate intersecano il piano di schizzo. Creazione di entità di schizzo 3D in cui le facce selezionate si intersecano tra loro.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Si proietta uno schizzo su un altro schizzo per creare una curva che rappresenta la gabbia di una bottiglia d'acqua. Creazione di schizzi che rappresentano la forma complessiva della bottiglia d'acqua. Proiezione di uno schizzo su un altro per la creazione di una curva 3D. Creazione di una funzione di sweep utilizzando la curva 3D come percorso.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Viene creato un raccordo a raggio variabile, in cui si imposta il valore del raggio in corrispondenza di punti di controllo e vertici selezionati. È inoltre possibile impostare il raggio su zero per forzare il raccordo a convergere su un punto. Creazione di un raccordo con raggio variabile lungo il bordo selezionato. Modifica del valore del raggio in corrispondenza di vertici o punti di controllo. Creazione di raccordi con raggio zero per forzare il raccordo a convergere su un punto.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Applicazione di un raccordo di transizione a vertici in cui si incontrano tre o più bordi. I raccordi di transizione consentono di modellare blend dall'aspetto più regolare in corrispondenza dei vertici. Aggiunta di valori di transizione a vertici in cui si incontrano tre o più bordi.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Vengono illustrate alcune tecniche di modellazione che consentono una transizione efficiente fra i design delle parti e la realizzazione di colate finite. Creazione della scatola del cambio di una motocicletta tramite il design della strumentazione di produzione per la parte. Design iniziale del nucleo, o spazio negativo, della scatola del cambio. Design della ripetizione, o facce esterne, della scatola del cambio come corpo solido separato. Salvataggio dei corpi della strumentazione come nuovi file di parte. Combinazione dei corpi solidi, sottrazione del nucleo dalla ripetizione. Applicazione di funzioni di lavorazione per la rifinitura del modello.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come utilizzare un sistema a griglia, ovvero un tipo di geometria di riferimento, per rappresentare lo scheletro dei membri strutturali. Creazione di un sistema a griglia per rappresentare le linee di mezzeria dei membri strutturali.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Definizione dei dettagli di un modello di saldatura tramite una distinta di taglio in formato tabulare e importazione delle informazioni sulle saldature dal modello a una vista di disegno. Aggiunta e modifica di una distinta di taglio in formato tabulare. Importazione di informazioni sulle saldature da un modello a una vista di disegno.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come creare membri strutturali e tubazioni per i modelli di saldatura a partire da uno schizzo esistente. Viene spiegato come rifilare correttamente i membri adiacenti e come creare piegature o gomiti saldati. Creazione di tubazioni saldate a partire da uno schizzo esistente. Come raggruppare correttamente le tubazioni per creare un rifilo corretto in corrispondenza degli spigoli. Visualizzazione delle proprietà della distinta di taglio per una tubazione specifica.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come accorciare, estendere o aggiungere trattamenti degli spigoli ai modelli di saldatura tramite il comando Accorcia/Estendi. Come rifilare ed estendere i membri strutturali di un modello di saldatura. Come ottimizzare la selezione per il rifilo, al fine di minimizzare il tempo di ricostruzione e i problemi di interferenza. Aggiunta di trattamenti degli spigoli nei punti di contatto dei membri di un modello di saldatura.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
È possibile creare cordoni con raccordo e cordoni di saldatura in una parte. Scoprite i vantaggi e le differenze tra queste due funzioni e imparate a determinare quando utilizzare l'una o l'altra. Creazione di cordoni con raccordo e cordoni di saldatura. Vantaggi e svantaggi di ciascuna funzione e indicazioni per determinare quando utilizzarle. Uso di saldature intermittenti e sfalsate.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
È possibile creare una distinta di taglio per organizzare i corpi in una parte di saldatura. nonché aggiungere proprietà personalizzate ai componenti di una struttura di saldatura di modo che vengano incluse nella distinta di taglio. Come la BOM di un assieme, la distinta di taglio fornisce i dettagli relativi ai membri della saldatura. Creazione e modifica di una distinta di taglio. Modifica di proprietà personalizzate. Modifica del materiale dei corpi in una parte di saldatura.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Vengono esaminate le tabelle degli spessori e le tabelle di piegatura, in cui sono memorizzati i valori predefiniti di parti specifiche. Popolamento e utilizzo delle tabelle di esempio fornite durante l'installazione. Creazione e personalizzazione delle tabelle di esempio in base a esigenze specifiche. Personalizzazione e creazione di tabelle di piegatura. Utilizzo di tabelle spessori e tabelle di piegatura.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
È possibile utilizzare funzioni di lamiera e saldatura in una singola parte utilizzando una parte multicorpo. Uso di cordoni di raccordo e saldatura sulle parti in lamiera. Creazione di un fissaggio in lamiera su una parte di saldatura. Uso di cordoni di raccordo e cordoni di saldatura su una parte in lamiera.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come esportare corpi in lamiera in file DXF o DWG. Come esaminare e modificare parti nella finestra Pulizia DXF/DWG. Come esportare corpi in lamiera in file DXF o DWG. Come esaminare e modificare parti nella finestra Pulizia DXF/DWG.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come aggiungere uno sfalsamento a una flangia esistente. Uno sfalsamento aggiunge materiale a una parte di lamiera, creando due piegature e una parte piatta da una linea di schizzo. La funzione di specchiatura introduce una simmetria dei design di lamiera. Come aggiungere uno sfalsamento a una flangia esistente. Inserimento di simmetrie nei design in lamiera. Posizione di uno sfalsamento.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Una parte multicorpo in lamiera include più gruppi di funzioni di lamiera specifiche nello stesso albero di funzioni. Sono disponibili anche varie funzioni di ripetizione piatta. I singoli corpi vengono mostrati nella distinta di taglio. Procedura di creazione di una parte multicorpo in lamiera ed esempi di utilizzo di tale parte. Uso degli strumenti di lamiera per creare nuovi corpi in lamiera. Uso di una ripetizione circolare o lineare, specchiatura o spostamento/copia per la duplicazione di un corpo. Uso di Inserisci parte per aggiungere un corpo a una parte in lamiera esistente. Divisione di un corpo in lamiera in modo da ottenere più corpi Utilizzi di base del design delle parti multicorpo in lamiera.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
La Libreria del progetto contiene numerosi esempi di strumenti di formazione, inclusi rilievi, flange estruse, aste, feritoie e nervature. Viene spiegato come utilizzare tali strumenti standard e come creare semplici strumenti personalizzati per soddisfare le esigenze di design. Trascinamento di strumenti di formazione standard dalla Libreria del progetto per creare una parte in lamiera. Modifica di uno strumento di formazione standard e personalizzazione di tale strumenti per soddisfare esigenze di design specifiche. Impostazione della faccia di interruzione e delle facce da rimuovere all'interno di una parte da utilizzare come strumento di formazione personalizzato.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come creare tagli nelle parti in lamiera, sia piegate che appiattite. Utilizzo delle opzioni "Collega allo spessore" e "Taglio normale". Conversione di una parte in una parte in lamiera e uso di una ripetizione curva per creare più tagli in un cono. Come creare tagli nelle parti in lamiera, sia piegate che appiattite. Conversione di una parte in una parte in lamiera. Uso di una ripetizione curva per creare più tagli in un cono. Utilizzo delle opzioni "Collega allo spessore" e "Taglio normale".
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Creazione di una flangia con sweep tramite schizzi di percorsi e profili. Creazione di schizzi di percorsi e profili per una flangia con sweep. Uso della funzione Flangia con sweep per la creazione di una flangia con sweep. Definizione dei parametri di lamiera nella scheda Flangia con sweep.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Vengono esaminate le opzioni relative alle ripetizioni piatte, inclusi parametri, opzioni degli spigoli, direzione della fibra e facce da escludere. Viene spiegato come creare un disegno a partire da una ripetizione piatta e come aggiungere quote e altre annotazioni. Opzioni disponibili per la ripetizione piatta. Creazione di un disegno a partire da una ripetizione piatta.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Proprietà specifiche della lamiera. Uso della funzione Lamiera per controllare gli spessori della lamiera, le tolleranze di piegatura e le opzioni di scarico automatico. Uso della funzione Lamiera per controllare le proprietà della lamiera. Uso di una tabella spessori per controllare gli spessori della lamiera. Scopo e utilizzo delle cinque opzioni per il controllo della tolleranza di piegatura. Uso della funzione Scarico automatico per controllare il tipo e la posizione dei tagli di scarico.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Basandosi sui risultati delle analisi è possibile ottimizzare il fattore di sicurezza, la sollecitazione massima e lo spostamento massimo in modo da ottenere un valore accettabile. È possibile variare una quota entro l'intervallo consentito per cercare di soddisfare i requisiti. È possibile ottenere un design più snello o ridurre i costi di materiale se il design rispetta o supera il fattore di sicurezza. Come raggiungere il fattore di sicurezza attraverso l'ottimizzazione del design. Uso della funzionalità di automazione integrata per ottimizzare un modello. Esecuzione di una simulazione.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come adattare la densità della mesh per regolare la precisione di una simulazione. Esecuzione di una simulazione. Uso della procedura guidata SimulationXpress per visualizzare risultati quali sollecitazione, spostamento, deformazione e fattore di sicurezza della simulazione. Generazione e salvataggio di un file di eDrawings o di un documento di Word che mostra i risultati della simulazione. Regolazione di una mesh in una simulazione. Esecuzione di una simulazione. Interpretare i risultati di una simulazione. Generazione di un file di eDrawings o di un documento di Word con i risultati.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN