È possibile creare una ripetizione di una o più funzioni o corpi in una o due direzioni lineari. Le istanze indesiderate possono essere escluse dalla ripetizione ed è possibile variare la spaziatura e le altre quote. Creazione di ripetizioni lineari bidirezionali con le funzioni esistenti. Come ignorare le istanze in una ripetizione. Variazione dei parametri delle istanze di una ripetizione.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
La funzione Creazione guidata fori consente di creare fori con dimensioni standard conformi ad ANSI, ISO e altri standard internazionali. Il tipo, la dimensione e la posizione del foro vengono specificati dall'utente. Uso della Creazione guidata fori. Elementi e opzioni disponibili per i fori realizzati con la creazione guidata. Creazione di più fori nella stessa funzione.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
È possibile creare piani di riferimento con qualsiasi orientamento, utilizzando la geometria di riferimento e la geometria solida esistenti. I piani di riferimento possono essere utilizzati per la creazione di schizzi o come riferimento per altre funzioni. Creazione di piani di riferimento con vari orientamenti a partire da selezioni di riferimento diverse. Creazione di piani di riferimento da uno o più riferimenti geometrici
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Le opzioni per la selezione dei contorni consentono di selezionare singoli contorni all'interno di uno schizzo. Utilizzando le tecniche di selezione dei contorni, è possibile creare più funzioni a partire da un singolo schizzo. Uso dello strumento di selezione dei contorni per preselezionare i contorni di una funzione. Uso delle opzioni di selezione dei contorni di una funzione per definire le aree di uno schizzo da utilizzare. Uso di un singolo schizzo per generare più funzioni. Significato delle icone visualizzate durante l'utilizzo di contorni selezionati e la condivisione di schizzi.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Gli strumenti di schizzo "Entità di conversione" ed "Entità di offset" consentono di referenziare entità di schizzo e geometria di modello per creare nuove entità di schizzo. Se la geometria originale cambia, cambiano anche le entità di conversione e di offset. Creazione di entità convertite in un nuovo schizzo. Creazione di entità di offset. Creazione di uno slot tramite entità di offset.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Per specchiare le entità di schizzo esistenti è possibile utilizzare lo strumento Specchia entità o aggiungere di relazioni di simmetria, oppure specchiare dinamicamente le entità di schizzo a mano a mano che vengono create. Specchiatura di entità di schizzo create in precedenza. Specchiatura dinamica di entità di schizzo durante la creazione. Aggiunta di relazioni di simmetria alle entità di schizzo per specchiare le entità.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Le tabelle dati permettono di creare rapidamente numerose configurazioni che modificano gli stati di sospensione di componenti, accoppiamenti e funzioni di assieme. Le tabelle dati possono essere utilizzate anche per configurare le quote di accoppiamenti e funzioni di assieme. Opzioni disponibili durante la creazione di una tabella dati. Uso della convalida dei dati per limitare i valori immessi in una tabella dati. Impostazione delle proprietà di configurazione per controllare nuovi accoppiamenti e componenti. Modifica della configurazione dei componenti nella tabella dati di un assieme.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Le tabelle dati permettono di creare rapidamente numerose configurazioni che modificano i valori delle quote e gli stati di sospensione delle funzioni. Impostazione di un modello per utilizzare efficacemente le tabelle dati. Opzioni disponibili durante la creazione di una tabella dati. Aggiunta di colonne a una tabella dati per inserire ulteriori quote e funzioni da controllare. Aggiunta di righe a una tabella dati per l'inserimento di ulteriori configurazioni da creare.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
È possibile utilizzare ConfigurationManager per aggiungere configurazioni a un assieme e mostrare due versioni dei relativi componenti, nonché esaminare le opzioni avanzate delle proprietà di configurazione. Uso di ConfigurationManager per aggiungere configurazioni a un assieme. Uso delle opzioni avanzate delle proprietà di configurazione per controllare nuovi componenti e accoppiamenti. Creazione di due versioni dell'assieme per rappresentare i vari componenti disponibili.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
È possibile utilizzare ConfigurationManager per aggiungere configurazioni e modificare la parte controllando lo stato di sospensione delle funzioni e configurando le quote. Uso di ConfigurationManager per aggiungere configurazioni a una parte. Sospensione di funzioni per rappresentare una versione diversa del modello. Configurazione di quote per creare versioni di una parte con dimensioni diverse.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Le variabili globali consentono di dichiarare un valore denominato su cui è possibile impostare le quote o che può essere utilizzato nelle equazioni. Le equazioni sono espressioni matematiche che consentono di definire valori di quotatura e correlare le quote tra loro. Creazione di variabili globali. Uso di variabili globali per l'impostazione di funzioni di raccordo e raggi uguali. Uso di variabili globali nelle equazioni. Uso di equazioni per controllare i valori di quotatura.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
inserimento di quote pilota in uno schizzo tramite lo strumento Quota intelligente. Tramite un singolo strumento è possibile creare quote radiali per gli archi, quote lineari tra due punti e molto altro ancora. La quota visualizzata dipende dalle entità selezionate. Inserimento di quote lineari, angolai, radiali e di altro tipo. Modifica delle quote. Spostamento e riconnessione di quote.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Rifilo di entità di schizzo per rimuovere la geometria indesiderata. Rifilo di entità di schizzo in base alla prossimità e alle intersezioni con altre entità di schizzo. Rifilo di entità di schizzo tramite le opzioni Potenza, Angolo, Massima vicinanza, Interna ed esterna.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Illustra la creazione di raccordi e smussi per modificare la geometria di uno schizzo. Impostazione di dimensioni e opzioni per i raccordi e gli smussi di uno schizzo. Creazione di raccordi e smussi in uno schizzo. Opzioni per la creazione di raccordi e smussi in uno schizzo.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Creazione di un disegno da un file di parte esistente, inserimento di viste di base, inserimento e manipolazione di quote e callout. Creazione del disegno base di una parte. Inserimento di viste standard. Importazione di quote da un modello a un disegno. Modifica di una quota. Illustrazione dell'associatività tra il modello e i relativi disegni.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Analisi dei vari metodi per lo spostamento e la rotazione dei componenti, inclusi trascinamento, uso della terna e impostazione delle opzioni in PropertyManager. Analisi delle opzioni per il rilevamento delle collisioni tra componenti. Calcolo della distanza minima tra i componenti. Spostamento e rotazione di un componente tramite trascinamento, con la terna o utilizzando le opzioni nel PropertyManager. Identificazione della distanza tra le opzioni durante lo spostamento dei componenti. Rilevamento delle collisioni tra i componenti in movimento e gli altri componenti.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
È possibile modificare la geometria di un percorso utilizzando schizzi 3D, nonché modificare percorsi tramite eliminazione, rifilo e aggiunta di geometria di schizzo. Eliminazione di giunzioni esistenti e aggiunta di giunzioni sostitutive. Modifica di percorsi esistenti. Eliminazione di giunzioni esistenti. Aggiunta di giunzioni sostitutive.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
È possibile importare un file di diagramma di tubazione e strumentazione, che contiene percorsi, linee, descrizioni e connessioni di un sistema di tubazioni in formato testo. Creazione di apparecchiature e percorsi a partire dal file importato. Formato di base e contenuto di un file P e ID. Inserimento di apparecchiature da un file P e ID importato. Creazione di una spline di guida per un sistema di tubazioni e generazione di un percorso adattato alla spline.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Vengono creati alcuni schizzi 3D utilizzando il sistema di coordinate predefinito del modello per orientare l'entità di schizzo. Si aggiungono quindi relazioni e quote per vincolare le dimensioni dell'entità di schizzo. Utilizzo del feedback su schermo durante la creazione degli schizzi. Utilizzo di piani per orientare le entità di schizzo 3D. Modifica del piano di schizzo tramite la pressione del tasto TAB oppure tramite l'uso di un piano o una faccia planare. Visualizzazione di più viste per modificare le entità di schizzo 3D.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come creare orli piegati nelle parti in lamiera per rafforzarle ed eliminare gli spigoli vivi. Viene spiegato come usare lo strumento Orli per modificare le dimensioni, il tipo, la direzione e la lunghezza degli orli. Aggiunta di orli piegati alle parti in lamiera. Esercitazione sulla creazione degli orli e la modifica del tipo e delle quote degli orli.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come importare parti in SOLIDWORKS, quindi usare la funzione di lacerazione per creare tagli sottili nella geometria della lamiera tra due flange adiacenti. È possibile inserire piegature per convertire il modello in una parte in lamiera, al fine di appiattire e modificare ulteriormente la parte. Importazione di altri tipi di file in SOLIDWORKS. Uso della funzione di lacerazione per creare tagli sottili. Aggiunta di piegature a una parte per convertirla in lamiera.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
La modalità di accoppiamento multipla del comando di accoppiamento può essere utilizzata come collegamento per creare più relazioni di accoppiamento a un riferimento comune. Creazione di più accoppiamenti a un riferimento comune utilizzando la modalità di accoppiamento multipla. Attivazione e disattivazione dell'allineamento degli accoppiamenti. Analisi delle varie tecniche di modifica delle funzioni di accoppiamento.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
La specchiatura di componenti permette di creare versioni di parti o sottoassiemi opposti ma identici. È sufficiente specificare i componenti che devono essere specchiati e quelli che devono essere semplicemente copiati (ad esempio, i fissaggi non devono essere specchiati). La geometria di un componente specchiato cambia in modo da creare una versione specchiata del componente, nota come versione "opposta". Specchiatura di componenti rispetto a un piano di assemblaggio. Creazione di versioni specchiate delle parti di un assieme. Creazione di versioni opposte delle parti.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Il comando Rientro imprime la sagoma dello strumento selezionato nel corpo di una parte di destinazione selezionata. Utilizzando le opzioni del comando Rientro, è possibile creare un semplice taglio, spessore o gioco attorno all'area del corpo dello strumento. Opzioni disponibili per il comando Rientro. Creazione di una funzione Rientro per formare le facce di una parte attorno ai corpi degli strumenti selezionati. Utilizzo del comando Cancella corpo per rimuovere corpi di strumento dalla parte.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN