Aggiungendo uno dei sei tipi di accoppiamenti meccanici è possibile controllare i gradi di libertà dei componenti durante il design dei meccanismi. Accoppiamento di un cilindro, un piano o un punto a una serie di facce tangenti con un accoppiamento di punteria. Limitazione dello spostamento rotazionale tra due componenti con un accoppiamento cardine. Spostamento lineare di un componente per determinare la rotazione di un altro componente tramite un accoppiamento sistema a cremagliera. Aggiunta di una relazione di passo tra la rotazione di un componente e la traslazione di un componente tramite un accoppiamento con vite. Rotazione di due componenti uno rispetto all'altro con un accoppiamento a ingranaggi o un accoppiamento del giunto cardanico.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
È possibile modellare parti nel contesto di un assieme, utilizzando riferimenti ad altri componenti per completare il design. La finalità di design per le nuove parti (dimensioni delle funzioni, posizione dei componenti nell'assieme e così via) viene dedotta dagli altri componenti di un assieme. Creazione di una parte virtuale nel contesto di un assieme, tramite le tecniche di modellazione top-down. Creazione di funzioni nel contesto dell'assieme attraverso la referenziazione della geometria nelle parti accoppiate. Differenza tra accoppiamenti sul posto e riferimenti esterni. Identificazione di riferimenti esterni nell'albero di disegno FeatureManager.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
È possibile creare una struttura di saldatura da una serie di schizzi di layout. L'ambiente di saldatura utilizza profili di saldatura standard per definire il tipo di membri strutturali della saldatura. I membri dello stesso tipo e dimensione vengono creati in una singola funzione. Creazione di una struttura di saldatura. Inserimento di membri strutturali. Trasferimento dello schizzo del profilo. Modifica del trattamento degli spigoli.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Aggiunta di estremità chiuse per chiudere le aperture alle estremità dei membri strutturali. Creazione di un'estremità chiusa nel file di una parte di saldatura. Impostazione dei valori di offset e della forma di un'estremità chiusa.
Lesson
6 mesi fa
ENG
Analisi della funzione "Flangia del bordo", incluse la selezione del bordo, la direzione di piegatura e le altre opzioni pertinenti. Creazione di una flangia del bordo. Identificazione e scopo delle varie opzioni per la flangia del bordo.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Analisi della funzione "Flangia tagli ad angolo", incluse la creazione dello schizzo del profilo, la selezione del bordo e le altre opzioni pertinenti. Creazione di una flangia con tagli ad angolo. Identificazione e scopo delle varie opzioni per la flangia con tagli ad angolo.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Come creare viste di base, allineate, con offset e parziali o viste in mezza sezione, includendo ambito e proprietà avanzate. Aggiunta di vari tipi di viste in sezione a un disegno. Definizione delle proprietà di una vista in sezione. Modifica di viste in sezione.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Quando le funzioni di taglio interne di un modello sono le più importanti in un design, è possibile creare funzioni solide che rappresentano lo spazio negativo di una parte. Terminata la creazione di uno spazio negativo, è possibile utilizzare il comando Abbina per sottrarre il volume da un altro corpo solido. Uso di geometria solida che rappresenta lo spazio interno di un manifold per creare lo spazio negativo della parte. Creazione di un corpo solido separato attorno alla geometria come corpo principale del manifold. Combinazione dei corpi solidi nella parte tramite un'operazione di sottrazione.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Come creare una parte in lamiera con pareti di spessore costante utilizzando le funzioni di lamiera. Vengono esaminati i concetti fondamentali della creazione di parti in lamiera tramite il metodo di progettazione della flangia. Creazione di una flangia di base in una parte in lamiera. Uso delle tabelle spessori e delle opzioni di lamiera. Appiattimento di una parte in lamiera.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
La funzione Forma libera consente di creare funzioni organiche adattando la forma interna ed esterna di una faccia. È possibile modificare le facce utilizzando curve e punti di controllo per creare design curvilinei. Uso della funzione Forma libera per creare una forma dall'aspetto organico. Creazione di curve e punti di controllo. Deformazione di una faccia utilizzando curve di controllo, punti di controllo e la terna. Modifica di uno schizzo di modo che la griglia della forma libera segua la forma della faccia da deformare.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Viene spiegato come individuare e diagnosticare i problemi nella geometria importata da altro software CAD, quindi vengono utilizzati gli strumenti di superficie per riparare la geometria danneggiata. Diagnosi dei problemi in un modello con Verifica alla ricostruzione, Diagnostica di importazione e Controlla entità. Correzione di facce difettose con lo strumento Diagnostica di importazione. Eliminazione di facce difettose e utilizzo di vari strumenti di superficie per ricreare la geometria. Visualizzazione della curvatura e verifica del raggio di curvatura minimo. Eliminazione e sostituzione di raccordi per creare blend più uniformi. Estensione, rifilo e unione di superfici.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Viene illustrato come usare superfici estruse, con rivoluzione e con sweep per creare la geometria. È quindi possibile rifilare, estendere, unire e ispessire le superfici per rifinire il modello con pareti sottili. Estrusione di uno schizzo per creare una superficie. Rivoluzione di uno schizzo attorno a un asse per creare una superficie. Rifilo di una superficie utilizzando uno schizzo o un'altra superficie come strumento di rifilo. Sweep di un profilo aperto lungo un percorso per creare una superficie. Combinazione di più superfici in un corpo singolo utilizzando superfici di unione. Ispessimento di un corpo di superficie per creare un corpo solido.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Gli strumenti di superficie consentono di creare blend complesse all'intersezione di più superfici. In questo modulo vengono utilizzati strumenti quali Accorcia superfici, Superfici con loft e Riempimento superficie. Rifilo di superfici utilizzando uno schizzo come entità da rifilare. Creazione di una blend fra superfici utilizzando una superficie con loft. Riempimento di un'area completamente delimitata da superfici utilizzando lo strumento Riempimento superficie.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Come inserire annotazioni, quali note personalizzate, tolleranze geometriche e blocchi, nelle viste di disegno esistenti. Creazione di annotazioni e simboli. Creazione di blocchi da geometria e note. Salvataggio di un blocco in un file. Inserimento di un blocco in un disegno.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Quando i bordi di una parte sono troppo vicini per consentire la creazione di raccordi appropriati, in molti casi è possibile utilizzare corpi solidi separati. Separazione di funzioni in corpi solidi separati. Applicazione di raccordi ai singoli corpi. Uso del comando Abbina per riunire i corpi. Applicazione di un raccordo aggiuntivo alla parte per completare il modello.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Un loft crea una funzione generando transizioni tra i profili. Un loft può essere costituito da una base, un taglio o una superficie. Per ottenere il risultato desiderato, è possibile specificare vincoli e parametri di connessione. Creazione di una funzione di loft di base fra due profili. Raffinazione della forma con una curva linea di mezzeria, vincoli finali e punti di connessione. Selezione di profili di loft e punti di connessione corretti.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Svuotamento di corpi solidi tramite la funzione di svuotamento. Applicazione di spessori di parete diversi alle facce selezionate. Selezione di più facce da rimuovere tramite l'operazione di svuotamento. Possibile impatto dell'operazione di svuotamento sui bordi arrotondati o raccordati.
Lesson
7 mesi fa
ENG
È possibile creare ripetizioni guidate da uno schizzo, ripetizioni guidate da una tabella, ripetizioni guidate da una curva e ripetizioni di riempimento. Tali ripetizioni consentono di ripetere funzioni in direzioni non lineari o non circolari. Uso di punti dello schizzo per definire una ripetizione guidata da uno schizzo. Impostazione delle coordinate per una ripetizione guidata da tabella. Conversione di entità per creare uno schizzo per una ripetizione guidata da una curva. Distribuzione di funzioni all'interno di un contorno tramite una ripetizione di riempimento.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Uso delle opzioni Dinamica fisica durante lo spostamento dei componenti per consentire un'interazione realistica fra i componenti di un assieme. La funzione Dinamica fisica consente di identificare le collisioni tra le facce e permette ai componenti di spingersi a vicenda quando entrano in contatto. Opzioni disponibili per il comando Sposta componente. Uso dell'opzione Dinamica fisica per simulare l'interazione fra più componenti in fase di spostamento. Limitazioni di Dinamica fisica rispetto allo studio del movimento. Come risolvere i problemi durante l'utilizzo dell'opzione Dinamica fisica.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Lo strumento di rilevamento delle interferenze consente di identificare le eventuali parti sovrapposte in un assieme. La distanza tra le parti può essere rilevata anche utilizzando lo strumento Verifica distanza. Uso dello strumento Rilevamento interferenze per identificare le interferenze tra i componenti di un assieme. Analisi delle opzioni disponibili nello strumento Rilevamento interferenze. Uso dello strumento Verifica distanza per determinare le distanze fra i componenti di un assieme. Analisi delle opzioni disponibili per lo strumento Verifica distanza.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
È possibile copiare le istanze di una o più funzioni o corpi specchiandoli rispetto a un piano o una faccia planare di riferimento. La copia risultante appare invertita, come in uno specchio, ma conserva la simmetria. Creazione di ripetizioni specchiate di funzioni e corpi. Controllo dei risultati con l'opzione di Ripetizione geometrica.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Creazione di una ripetizione di uno o più funzioni o corpi in una o due direzioni circolari. La direzione circolare è basata su una faccia conica o cilindrica, un bordo circolare o lineare, una linea di mezzeria o un asse. La spaziatura delle istanze può essere controllata in modi diversi. Creazione di ripetizioni circolari con le funzioni esistenti. Variazione di spaziatura e intervallo.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
È possibile creare una ripetizione di una o più funzioni o corpi in una o due direzioni lineari. Le istanze indesiderate possono essere escluse dalla ripetizione ed è possibile variare la spaziatura e le altre quote. Creazione di ripetizioni lineari bidirezionali con le funzioni esistenti. Come ignorare le istanze in una ripetizione. Variazione dei parametri delle istanze di una ripetizione.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
La funzione Creazione guidata fori consente di creare fori con dimensioni standard conformi ad ANSI, ISO e altri standard internazionali. Il tipo, la dimensione e la posizione del foro vengono specificati dall'utente. Uso della Creazione guidata fori. Elementi e opzioni disponibili per i fori realizzati con la creazione guidata. Creazione di più fori nella stessa funzione.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN