Quando le funzioni di taglio interne di un modello sono le più importanti in un design, è possibile creare funzioni solide che rappresentano lo spazio negativo di una parte. Terminata la creazione di uno spazio negativo, è possibile utilizzare il comando Abbina per sottrarre il volume da un altro corpo solido. Uso di geometria solida che rappresenta lo spazio interno di un manifold per creare lo spazio negativo della parte. Creazione di un corpo solido separato attorno alla geometria come corpo principale del manifold. Combinazione dei corpi solidi nella parte tramite un'operazione di sottrazione.
Lesson
6 mesi fa
ENG
JPN
Viene spiegato come individuare e diagnosticare i problemi nella geometria importata da altro software CAD, quindi vengono utilizzati gli strumenti di superficie per riparare la geometria danneggiata. Diagnosi dei problemi in un modello con Verifica alla ricostruzione, Diagnostica di importazione e Controlla entità. Correzione di facce difettose con lo strumento Diagnostica di importazione. Eliminazione di facce difettose e utilizzo di vari strumenti di superficie per ricreare la geometria. Visualizzazione della curvatura e verifica del raggio di curvatura minimo. Eliminazione e sostituzione di raccordi per creare blend più uniformi. Estensione, rifilo e unione di superfici.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Viene illustrato come usare superfici estruse, con rivoluzione e con sweep per creare la geometria. È quindi possibile rifilare, estendere, unire e ispessire le superfici per rifinire il modello con pareti sottili. Estrusione di uno schizzo per creare una superficie. Rivoluzione di uno schizzo attorno a un asse per creare una superficie. Rifilo di una superficie utilizzando uno schizzo o un'altra superficie come strumento di rifilo. Sweep di un profilo aperto lungo un percorso per creare una superficie. Combinazione di più superfici in un corpo singolo utilizzando superfici di unione. Ispessimento di un corpo di superficie per creare un corpo solido.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Gli strumenti di superficie consentono di creare blend complesse all'intersezione di più superfici. In questo modulo vengono utilizzati strumenti quali Accorcia superfici, Superfici con loft e Riempimento superficie. Rifilo di superfici utilizzando uno schizzo come entità da rifilare. Creazione di una blend fra superfici utilizzando una superficie con loft. Riempimento di un'area completamente delimitata da superfici utilizzando lo strumento Riempimento superficie.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Quando i bordi di una parte sono troppo vicini per consentire la creazione di raccordi appropriati, in molti casi è possibile utilizzare corpi solidi separati. Separazione di funzioni in corpi solidi separati. Applicazione di raccordi ai singoli corpi. Uso del comando Abbina per riunire i corpi. Applicazione di un raccordo aggiuntivo alla parte per completare il modello.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Un loft crea una funzione generando transizioni tra i profili. Un loft può essere costituito da una base, un taglio o una superficie. Per ottenere il risultato desiderato, è possibile specificare vincoli e parametri di connessione. Creazione di una funzione di loft di base fra due profili. Raffinazione della forma con una curva linea di mezzeria, vincoli finali e punti di connessione. Selezione di profili di loft e punti di connessione corretti.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Svuotamento di corpi solidi tramite la funzione di svuotamento. Applicazione di spessori di parete diversi alle facce selezionate. Selezione di più facce da rimuovere tramite l'operazione di svuotamento. Possibile impatto dell'operazione di svuotamento sui bordi arrotondati o raccordati.
Lesson
7 mesi fa
ENG
È possibile aggiungere uno sformo alle parti di colata e di stampo. Informazioni sui vari tipi di funzioni di sformo che è possibile creare. Esecuzione di un'analisi dello sformo per identificare le facce a cui è necessario aggiungere uno sformo.
Lesson
7 mesi fa
ENG
È possibile creare ripetizioni guidate da uno schizzo, ripetizioni guidate da una tabella, ripetizioni guidate da una curva e ripetizioni di riempimento. Tali ripetizioni consentono di ripetere funzioni in direzioni non lineari o non circolari. Uso di punti dello schizzo per definire una ripetizione guidata da uno schizzo. Impostazione delle coordinate per una ripetizione guidata da tabella. Conversione di entità per creare uno schizzo per una ripetizione guidata da una curva. Distribuzione di funzioni all'interno di un contorno tramite una ripetizione di riempimento.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Le opzioni per la selezione dei contorni consentono di selezionare singoli contorni all'interno di uno schizzo. Utilizzando le tecniche di selezione dei contorni, è possibile creare più funzioni a partire da un singolo schizzo. Uso dello strumento di selezione dei contorni per preselezionare i contorni di una funzione. Uso delle opzioni di selezione dei contorni di una funzione per definire le aree di uno schizzo da utilizzare. Uso di un singolo schizzo per generare più funzioni. Significato delle icone visualizzate durante l'utilizzo di contorni selezionati e la condivisione di schizzi.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
È possibile utilizzare ConfigurationManager per aggiungere configurazioni e modificare la parte controllando lo stato di sospensione delle funzioni e configurando le quote. Uso di ConfigurationManager per aggiungere configurazioni a una parte. Sospensione di funzioni per rappresentare una versione diversa del modello. Configurazione di quote per creare versioni di una parte con dimensioni diverse.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Illustra la creazione di raccordi e smussi per modificare la geometria di uno schizzo. Impostazione di dimensioni e opzioni per i raccordi e gli smussi di uno schizzo. Creazione di raccordi e smussi in uno schizzo. Opzioni per la creazione di raccordi e smussi in uno schizzo.
Lesson
7 mesi fa
ENG
JPN
Vengono creati alcuni schizzi 3D utilizzando il sistema di coordinate predefinito del modello per orientare l'entità di schizzo. Si aggiungono quindi relazioni e quote per vincolare le dimensioni dell'entità di schizzo. Utilizzo del feedback su schermo durante la creazione degli schizzi. Utilizzo di piani per orientare le entità di schizzo 3D. Modifica del piano di schizzo tramite la pressione del tasto TAB oppure tramite l'uso di un piano o una faccia planare. Visualizzazione di più viste per modificare le entità di schizzo 3D.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Vengono creati alcuni schizzi 2D o 3D in cui le facce di un modello intersecano il piano di schizzo o si intersecano tra loro. È possibile utilizzare gli schizzi per determinare gli angoli di sformo e valutare la curvatura, per utilizzarla come percorso della sweep e molto altro ancora. Creazione di entità di schizzo 2D in cui le facce selezionate intersecano il piano di schizzo. Creazione di entità di schizzo 3D in cui le facce selezionate si intersecano tra loro.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Si proietta uno schizzo su un altro schizzo per creare una curva che rappresenta la gabbia di una bottiglia d'acqua. Creazione di schizzi che rappresentano la forma complessiva della bottiglia d'acqua. Proiezione di uno schizzo su un altro per la creazione di una curva 3D. Creazione di una funzione di sweep utilizzando la curva 3D come percorso.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Viene creato un raccordo a raggio variabile, in cui si imposta il valore del raggio in corrispondenza di punti di controllo e vertici selezionati. È inoltre possibile impostare il raggio su zero per forzare il raccordo a convergere su un punto. Creazione di un raccordo con raggio variabile lungo il bordo selezionato. Modifica del valore del raggio in corrispondenza di vertici o punti di controllo. Creazione di raccordi con raggio zero per forzare il raccordo a convergere su un punto.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Applicazione di un raccordo di transizione a vertici in cui si incontrano tre o più bordi. I raccordi di transizione consentono di modellare blend dall'aspetto più regolare in corrispondenza dei vertici. Aggiunta di valori di transizione a vertici in cui si incontrano tre o più bordi.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Vengono illustrate alcune tecniche di modellazione che consentono una transizione efficiente fra i design delle parti e la realizzazione di colate finite. Creazione della scatola del cambio di una motocicletta tramite il design della strumentazione di produzione per la parte. Design iniziale del nucleo, o spazio negativo, della scatola del cambio. Design della ripetizione, o facce esterne, della scatola del cambio come corpo solido separato. Salvataggio dei corpi della strumentazione come nuovi file di parte. Combinazione dei corpi solidi, sottrazione del nucleo dalla ripetizione. Applicazione di funzioni di lavorazione per la rifinitura del modello.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Come aggiungere uno sfalsamento a una flangia esistente. Uno sfalsamento aggiunge materiale a una parte di lamiera, creando due piegature e una parte piatta da una linea di schizzo. La funzione di specchiatura introduce una simmetria dei design di lamiera. Come aggiungere uno sfalsamento a una flangia esistente. Inserimento di simmetrie nei design in lamiera. Posizione di uno sfalsamento.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Vengono esaminate le differenze tra corpi solidi e di superficie, spiegando perché la modellazione delle superfici può fornire una soluzione per le attività di modellazione più problematiche. Differenza tra un corpo di superficie e un corpo solido in SOLIDWORKS. Perché è consigliabile utilizzare la modellazione delle superfici.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
SustainabilityXpress permette di stimare il tenore di carbonio di un modello, l'energia consumata durante il relativo ciclo di vita, l'acidificazione dell'aria e l'eutrofizzazione dell'acqua. Le informazioni analizzate includono il materiale utilizzato, il processo di fabbricazione, la regione di fabbricazione, la regione di utilizzo e lo smaltimento a fine vita. Influenza dei diversi materiali e processi di produzione sull'impatto ambientale di un design. Impostazione delle informazioni sull'uso del prodotto per determinare i valori per il trasporto e lo smaltimento a fine vita. Interpretazione delle informazioni visualizzate dei grafici di impatto ambientale. Come impostare un riferimento per l'impatto ambientale con cui confrontare le modifiche. Generazione di un rapporto per l'output di Sustainability.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Le funzioni disponibili nel Task Pane di Costing e nella scheda Costing Manager consentono di analizzare il costo di fabbricazione di una parte in lamiera. Uso del Task Pane di Costing per la valutazione dei costi di materiale. Come personalizzare le opzioni relative ai materiali in base al materiale e alla dimensione vuota. Uso di Costing Manager per la valutazione dei costi di fabbricazione. Come personalizzare i valori dei costi per la fabbricazione. Informazioni sui valori visualizzati in Costo stimato per parte. Generazione di un rapporto di analisi dei costi.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Le funzioni disponibili nel Task Pane di Costing e nella scheda Costing Manager consentono di analizzare il costo di fabbricazione di una parte lavorata. Uso del Task Pane di Costing per la valutazione dei costi di materiale. Come personalizzare le opzioni relative ai materiali in base al materiale e alla dimensione dello stock. Uso di Costing Manager per la valutazione dei costi di fabbricazione. Come personalizzare i valori dei costi per la fabbricazione. Informazioni sui valori visualizzati in Costo stimato per parte. Come applicare un'annotazione o uno sconto. Generazione di un rapporto di analisi dei costi.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN
Consente di selezionare funzioni o elementi di un tipo specifico ed eseguire un'azione su di essi tramite una singola operazione, come una modifica dell'aspetto, una modifica degli stati di sospensione e molto altro ancora. Selezione in blocco in base al tipo di funzione. Opzioni e criteri di ricerca disponibili per lo strumento Selezione avanzata del componente.
Lesson
1 anno fa
ENG
JPN